Servizio Civile Nazionale

 
Header contenuto di sinistra
sezione servizio civile nazionale
sezione servizi online
sezione bandi
sezione banca dati
sezione volontari

Volontari 2017

In questa sezione è possibile prendere visione dei dati inerenti ai volontari di SCN.
I dati sono aggiornati al 31 dicembre 2017.

Posti di volontario messi a bando
Il numero dei posti di volontario messi a bando dal 2001 al 2017 è di 469.343 giovani.
Si precisa che nell'anno 2012 non è stato pubblicato alcun bando di selezione. 

Dettaglio annuale dei posti di volontario messi a disposizione per singoli bandi di SCN.

 

Anno Posti messi a bando Totale
2001 396 396
2002 1° bando ordinario  1.095  
  2° bando ordinario  3.412  
  3° bando ordinario  821  
  4° bando ordinario  8.147  
  5° bando ordinario  2.604 16.079
2003 1° bando ordinario  10.929  
  1° bando straordinario 39  
  2° bando ordinario  18.845  
  3° bando ordinario  6.084 35.897
2004 1° bando ordinario  275  
  2° bando ordinario 14.284 14.559
2005 1° bando straordinario 866  
  2° bando straord.     867  
  1° bando ordinario  36.138  
  3° bando straord.     1.145  
  4° bando straord.     535 39.551
2006 1° bando straord.     793  
  2° bando straord.     428  
  1° bando ordinario   45.248  
  3° bando straord.      972  
  2° bando ordinario   8.082  
  4° bando straord.      1.596 57.119
2007 1° bando ordinario  38.922  
  2° bando ordinario  10.357  
  bando Napoli-Prov. 1.994 51.273
2008 1° bando ordinario  34.104  
  1° bando straord.     1.736 35.840
2009 1° bando ordinario   27.145  
  1° bando straord.     469  
  bando Abruzzo        154 27.768
2010 1° bando ordinario   19.627  
  1°bando straord.       897  
  2° bando straord.      177 20.701
 2011 1° bando ordinario 20.123  
  bando Albania 6  
  bando autofinanziato 28  20.157
 2013 bando ordinario 15.466  
  1° bando straord. 457  
  2° bando straord. 350  
  3° bando straord. 100  16.373
2014 bando speciale autofinanziato 1.304  
  bando garanzia giovani 5.504 6.608
2015 bando speciale EXPO 140  
  bando garanzia giovani Molise 166  
  bando ordinario 31.018  
  bando speciale ciechi 823  
  bando speciale autofinanziati 150  
  bando regione Sicilia 12  
  bando garanzia giovani 2.938 35.247
 2016 bando IVO4ALL 50  
  bando speciale (res. 2015) 3.116  
  bando grandi invalidi 68   
   bando ordinario 35.203  
  bando autofinanziato 1.050   
   bando garanzia giovani 110  
   bando Corpi Civili di Pace  39.703
2017 bando aree terremotate 1.298  
  bando ordinario 2017 47.529  
  bando speciale ciechi 860  
  bando residui 551  
  bando Garanzia Giovani 1.345  
  bando Min. Politiche Agricole 489 52.072

 

Numero di volontari avviati al Servizio

Il numero di volontari avviati al servizio dal 2001 al 2017 è di 425.739 giovani.

Dettaglio annuale dei volontari di SCN avviati al Servizio:

  • Anno 2001  - 181
  • Anno 2002  - 5.220
  • Anno 2003  - 18.256
  • Anno 2004  - 32.211
  • Anno 2005  - 45.175
  • Anno 2006  - 45.890
  • Anno 2007  - 43.416
  • Anno 2008  - 27.011
  • Anno 2009  - 30.377
  • Anno 2010  - 14.144
  • Anno 2011  - 15.939 
  • Anno 2012  - 19.705
  • Anno 2013  - 896
  • Anno 2014  - 15.114
  • Anno 2015 – 35.331
  • Anno 2016 – 33.532
  • Anno 2017 – 43.141

Nel corso del 2017, i volontari avviati al servizio civile nazionale sono stati 43.141, di cui 42.342 in Italia e 799 all’estero

 

VOLONTARI AVVIATI AL SCN IN ITALIA NELL’ANNO 2017

Volontari avviati al servizio civile nazionale nell'anno 2017 per sesso, regioni ed aree geografiche

Regioni e aree geografiche Femmine Maschi TOTALE
Volontari avviati % Volontari avviati % Volontari avviati
VALLE D'AOSTA  26 49,06 27 50,94 53
PP.AA. BOLZANO - TRENTO  70 68,63 32 31,37 102
FRIULI VENEZIA GIULIA 320 67,65 153 32,35 473
PIEMONTE 1.697  65,45 896  34,55 2.593
LOMBARDIA  2.189 65,23 1.167 34,77 3.356
LIGURIA 550 52,83 491 47,17 1.041
EMILA ROMAGNA 1.589 65,77 827 34,23 2.416
VENETO 773 68,65 353 31,35  1.126
TOTALE NORD 7.214 64,64 3.946 35,36 11.160
TOSCANA 1.597 62,31 1.316 45,18 2.913
LAZIO 2.108 62,31 1.275 37,69 3.383
MARCHE 1.057 62,07 646 37,93 1.703
UMBRIA 549 65,05 295 34,95 844
ABRUZZO 706 60,45 462 39,55 1.168
MOLISE 369 63,62  211 36,38 580
TOTALE CENTRO 6.386 60,30 4.205 39,70 10.591
CAMPANIA 4.242 58,88 2.963 41,12 7.205
BASILICATA 385 63,32 223 36,68 608
PUGLIA 1.604 68,90 724 31,10 2.328
CALABRIA 1.870 61,82 1.155 38,18 3.025
SARDEGNA 797 64,85 432 35,15 1.229
SICILIA 3.940 63,31 2.283 36,69 6.223
TOTALE SUD E ISOLE 12.838 62,27 7.780 37,73 20.618
TOTALE GENERALE 26.438 62,40 15931 37,60 42.369

Dei 42.369 volontari avviati al servizio in Italia nell’anno 2017, il 62,40% pari a 26.438 unità appartiene al sesso femminile e il restante 37,60%, corrispondente a 15.931 unità appartiene al sesso maschile.

Il Sud si colloca davanti al Centro e al Nord per il numero dei volontari maschi avviati. L’analisi dei dati evidenzia una presenza di maschi al Centro e al Sud generalmente in linea con il dato nazionale (37,60%), mentre rimane leggermente distaccato il Nord con il 35,36%.

Il Nord si colloca, nell’ordine, davanti al Centro e al Sud per la percentuale di volontari femmine avviati (64,64% circa).

Tra le regioni è la Puglia ad avere la percentuale maggiore di volontari femmine avviati (68,90%) mentre è la Valle d’Aosta ad avere quella dei maschi (50,94%).

Volontari avviati in Italia nell’anno 2017 suddivisi per aree geografiche

Poco meno della metà dei volontari avviati nell’anno 2017 (20.618) ha trovato collocazione nelle Regioni del Sud del Paese, isole comprese. La restante metà degli avviati al servizio è suddivisa tra il Nord con 11.160 volontari e il Centro con 10.591 volontari

Volontari (in percentuale) avviati in Italia nell’anno 2017 suddivisi per Regioni

Spettano alla Campania (17,01%) e alla Sicilia (14,69%); i primi due posti per numero di volontari nel 2017. Risultati significativi, anche se con notevole margine, vengono ottenuti dalla Lombardia (7,92%), dal Lazio (7,98%) e dalla Toscana con il 6,88 punti percentuale.

Ripartizione per settori d’impiego dei volontari avviati nel 2017

Dei 42.369 volontari avviati in Italia, più della metà (il 55,30%) è stato impiegato nei progetti dedicati all’Assistenza; seguono a notevole distanza l’Educazione e Promozione Culturale con il 27,15% e il Patrimonio Artistico Culturale con il 10,98%. I settori dell’Ambiente e della Protezione Civile non arrivano complessivamente neanche al 7%.

Volontari avviati in Italia nell’anno 2017 suddivisi per settori d’impiego e aree geografiche

Circa due volontari su tre avviati nel settore dell’Ambiente (70,79%) e uno su due avviati nella Protezione civile (53,81%) è collocato nel Sud (Isole comprese), nella quasi totalità nelle regioni Campania, Calabria e Sicilia. Raggiungono buoni risultati nel settore della Protezione Civile, nell’area geografica del Centro, le regioni del Lazio (18,93%) e Marche (11,79%).

Per il Nord, le regioni Valle d’Aosta, Friuli Venezia Giulia e le provincie autonome di Bolzano e Trento, nei settori Ambiente e Protezione Civile non hanno avuto nessun volontario avviato.

I settori principali delle tre aree geografiche sono nell’ordine: il Patrimonio Artistico Culturale per il Nord con il 31,48%, l’Ambiente (70,79%) per il Sud, la Protezione Civile (42,66%) per il Centro.

Ripartizione per classi di età dei volontari avviati nel 2017

La fascia di età con il numero maggiore di avviati risulta essere, come sempre, quella tra i 24 – 26 anni in cui ricadono il 31,78% circa dei volontari, seguono a distanza la classe 21 – 23 anni con il 28,34% e la classe 27 – 28 anni con il 23,40%; segue, ad una ragguardevole distanza la classe più giovane (18–20 anni) con il 16,48% ma con un buon incremento rispetto al 2016 (+1,71%). Da notare che la fascia di età 24 – 26 anni ha fatto registrare il decremento maggiore rispetto al 2016 (-1,44%).

Ripartizione per titoli di studio dei volontari avviati nel 2017

Un’alta percentuale dei volontari ha un livello di istruzione secondaria o universitaria. Come nel 2016, e negli anni passati, anche nell’anno 2017 circa il 60% dei volontari (59,74) è infatti in possesso di un diploma di scuola media superiore, mentre sono circa il 25% i volontari che hanno conseguito una laurea, breve (11,19%) o specialistica (14,06%). Si attesta al 14,61% (+2% circa rispetto al 2016) la percentuale di volontari in possesso di licenza media; 165 unità (0,39%) sono in possesso della sola licenza elementare, a fronte delle 53 del 2016.

I VOLONTARI STRANIERI NEL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE

Nel 2017, a seguito della sentenza della Corte Costituzionale n. 119 del 2015 che ha dichiarato costituzionalmente illegittimo l’art. 3, comma 1del D.lgs 77/2002 nella parte in cui prevede il requisito della cittadinanza italiana per l’ammissione allo svolgimento del servizio civile nazionale, la candidatura al servizio civile nazionale ha riguardato non solo i cittadini italiani ma anche cittadini degli atri Paesi dell’Unione europea e cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti. Sul numero complessivo di 118.576 domande presentate da parte degli aspiranti volontari, n. 3.726 sono quelle presentate dagli stranieri, pari al 3,14% del totale. Gli stranieri avviati al servizio sono 1.375 pari al 3,19% del totale; dei cittadini stranieri 1.353 hanno prestato servizio civile in Italia e 22 all’estero.

VOLONTARI AVVIATI AL SCN ALL’ESTERO NELL’ANNO 2017

Volontari avviati al servizio civile nazionale all’estero nel 2017 per aree geografiche

L’area geografica dove sono stai inviati più volontari è stata l’America con 285 giovani suddivisi tra: America del nord, del sud e America del centro (con una percentuale del 36,92%); a seguire l’Africa con 215 volontari (27,85%), Europa e Asia rispettivamente con 192 (24,87%) e 76 (9,84%) volontari, e infine l’Oceania con appena 4 unità (0,52%).

Con riferimento ai settori di intervento, poco meno della metà (45,21%) dei volontari sono stati inseriti in progetti collocati nell’area della “Cooperazione allo sviluppo ai sensi della legge 125/2014”, il 18,13% nell’area “dell’Educazione e Promozione Culturale”; il 17,23% nell’aria “Assistenza” e il 5,83% nel “Aree a rischio di conflitto o post-conflitto”. L’area “Patrimonio Artistico Culturale” non arriva all’ 1%.

L’attività di Cooperazione allo sviluppo ai sensi della L. 125/20147 per un totale di 349 unità pari al 45,21% è stata realizzata in buona parte in America (151 unità) e in Africa(154 unità). La Promozione Culturale è stata realizzata in Europa (79 unità), in Africa (16 unità), in America (39 unità) e in Asia (6 unità); per un totale di 140 unità, pari al 18,13%. L’Assistenza è stata realizzata in Africa (34 unità), in Asia (23 unità), in America (32 unità) e in Europa (44 unità); per un totale di 133 unità, pari al 17,23%.

Le altre attività d’impiego sono risultate quelle del Sostegno Comunità Italiani all’Estero (4,53%) con 18 unità in Europa, 13 unità in America e 4 in Oceania; dell’Ambiente (4,66%) con 20 unità in America e 16 in Asia; dell’Aree a rischio di conflitto o post-conflitto (5,83%) con 19 unità in America, 10 in Europa e 8 in Africa e Asia; della Cooperazione Decentrata con 11 unità in America, 8 in Asia e 4 in Europa; e infine (sotto l’1%) del Patrimonio Artistico Culturale e Interventi di peace-building e di ricostruzione post conflitto.

Documenti in pdf

Data ultimo aggiornamento: 21/02/2019
Header contenuto di destra
sezione regioni e provincie autonome cartina dell'italia Servizio Civile Universale Archivio storico sull'obiezione di coscienza
regione sardegna regione piemonte regione lombardia regione friuli venezia giulia regione valle d'aosta regione marche regione toscana regione umbria regione lazio regione abruzzo regione molise regione basilicata regione campania regione puglia regione calabria regione emilia romagna regione liguria regione veneto provincia autonoma di bolzano provincia autonoma di trento regione sicilia

Sito ottimizzato per Internet Explorer 9