Servizio Civile Nazionale

 
Header contenuto di sinistra
sezione servizio civile nazionale
sezione servizi online
sezione bandi
sezione banca dati
sezione volontari

PLACIDIA GUERRERA placiguerrera@gmail.com

Care colleghe e colleghi, sono Placidia Guerrera, ho 22 anni e sono una studentessa di giurisprudenza presso l’Università della Sapienza e da Febbraio 2020 sono volontaria del servizio civile presso le "ACLI" di Cosenza. Ho deciso di partecipare a questo progetto per diverse ragioni, tra cui, quella di provare a intraprendere un percorso formativo in una grande realtà associativa, in grado di offrirmi innumerevoli spunti formativi e di crescita personale. Il progetto di cui faccio parte è “Storie di Donne”, riguardante l’ambito sociale di “Donne con minori a carico e donne in difficoltà”. Sin da giovanissima ho avuto modo di frequentare ambienti associativi, investendo il mio tempo anche all'interno di realtà sindacali come la Coldiretti, prima come parte del comitato giovanile regionale e successivamente come membro di “Donne impresa” dove ho avuto l’onore di ricoprire la carica di Presidente di sezione del mio paese, Melito di Porto Salvo in provincia di Reggio Calabria dove sono nata e cresciuta. Ho sempre avuto interesse per il mondo che mi circonda, dal microcosmo del mio paese, sino a realtà sociali più ampie e complesse. Questo perché mi piace pensare che tutti, ma in particolare i giovani possiamo dare e fare tanto per il nostro sud. E’ per questo che ho deciso di inoltrare la mia candidatura alla carica di Delegata Regionale, sempre più conscia del fatto che la figura dei volontari sia ormai un tassello fondamentale in tutte le realtà sociali e territoriali. L’impegno dei volontari soprattutto nell'ambito del terzo settore può fare la differenza. La carica di delegata regionale crea un ponte con la rappresentanza, prima regionale e poi nazionale, ecco perché porre l’attenzione sull'importanza di coniugare idee e iniziative del settore tra realtà circoscritte e quotidiane e tematiche generali, questo è ciò che per me significa ricoprire la carica di delegata. Il mondo del servizio civile è un mondo relativamente giovane, che ha subito e visto numerosi cambiamenti, oltre che legislativi, anche sociali e come tutto ciò che è sottoposto ad evoluzione, anche il servizio civile, muta obiettivi ed esigenze. Il mio interesse viaggia su due binari, paralleli e imprescindibili l’uno dall'altro, una crescita individuale e al contempo collettiva per i volontari. Quello che propongo va ad interessare dei punti generali, che spero di poter realizzare, insieme a voi, per noi, tramite collaborazioni su scala territoriale e non solo. -Stimolare l’associazionismo e lo sviluppo associativo intorno al servizio civile, favorendo la collaborazione tra le associazioni del terzo settore, in modo da mettere in contatto i volontari che prestano servizio civile nelle altre località della regione e permettendo la contaminazione di idee, istituendo una rete di contatti che andrà a creare futuri dirigenti ed associati attivi. -Concentrare la formazione individuale del volontario con una visione più ampia volta al terzo settore. Proporre sessioni di formazione (visto le 72 ore previste per la specifica e 42 per la generale), che siano incentrate oltre che sui moduli stabiliti a livello nazionale, anche su un’analisi critica e ricerca dei dati sociali correlati al tema dei progetti dei volontari e non, dati e ricerche che potrebbero confluire in quello che è la relazione da consegnare a fine percorso e progetto. - Assicurare metodo e continuità del volontariato. Il servizio civile sappiamo che rappresenta un grande momento di crescita per noi e potrebbe rappresentare anche un’opportunità per annoverare una possibile strada anche lavorativa in quello che è il mondo della cittadinanza attiva e della solidarietà sociale. -Garantire per i volontari pendolari una copertura economica maggiore per quelle che sono le spese di viaggio sia a livello di mezzi pubblici che individuali. Poiché quello che percepiamo rappresenta un rimborso spese che il più delle volte non è sufficiente. -Rivedere l’attuale contratto unico, specificatamente in merito ai giorni di permesso, quindi chiedere un aumento dagli attuali 20 giorni garantiti ed escludere da questi i giorni festivi e di chiusura delle sedi dove si presta servizio. - Proposta di aumento del punteggio del servizio civile a fini concorsuali. In quanto il servizio civile è valutabile come “servizio svolto presso enti pubblici” in coerenza con quanto disposto dall'articolo 12, comma 2° del D.lgs 77/2002. Come saprete le elezioni si terranno dal 12 al 16 ottobre (fino alle 15:00) sulla piattaforma EVOL. L’operatore volontario potrà accedere utilizzando la propria identità digitale (SPID - sistema pubblico di identificazione digitale). L’elettore può esprimere una sola preferenza tra i candidati compresi nella lista del territorio regionale dove presta servizio. Le istruzioni sulla modalità di voto sono state inoltrate a ogni singolo volontario tramite email da parte della Rappresentanza Nazionale. Per qualsiasi cosa mi farebbe piacere metterci in contatto, placiguerrera@gmail.com

Indietro
Header contenuto di destra
sezione regioni e provincie autonome cartina dell'italia Emergenza Covid-19 Archivio storico sull'obiezione di coscienza
regione sardegna regione piemonte regione lombardia regione friuli venezia giulia regione valle d'aosta regione marche regione toscana regione umbria regione lazio regione abruzzo regione molise regione basilicata regione campania regione puglia regione calabria regione emilia romagna regione liguria regione veneto provincia autonoma di bolzano provincia autonoma di trento regione sicilia

Sito ottimizzato per Internet Explorer 9