Servizio Civile Nazionale

 
Header contenuto di sinistra
sezione servizio civile nazionale
sezione servizi online
sezione bandi
sezione banca dati
sezione volontari

ESTERO

  1. Quale trattamento economico spetta ai volontari impegnati in progetti di servizio civile all'estero?
  2. E' previsto vitto e alloggio per il volontario in servizio all’estero?
  3. Quali spese di trasporto sono rimborsabili?
  4. Per l’Ente ci sono obblighi di comunicazione ad altre Istituzioni di permanenza all’estero del volontario?
  5. Per l’Ente è previsto un contributo per le spese di gestione dei volontari in servizio civile universale all'estero

  1. Quale trattamento economico spetta ai volontari impegnati in progetti di servizio civile all'estero?

  2. Per i volontari impegnati nella realizzazione di progetti di servizio civile all’estero, in aggiunta all’assegno mensile di 433,80 euro spettanti ai volontari in servizio civile in Italia, è prevista una indennità giornaliera, che sarà corrisposta per il periodo di effettivo servizio all’estero, differenziata in base al criterio del “costo paese” in cui i volontari sono impegnati.

    Data ultimo aggiornamento: 17/04/2018
  3. E' previsto vitto e alloggio per il volontario in servizio all’estero?

  4. Al volontario che presta Servizio Civile all’Estero spettano vitto e alloggio ed i costi sono a carico dell'Ente. E’ previsto un contributo giornaliero per il vitto e l’alloggio, corrisposto all'Ente dal Dipartimento per le Politiche giovanili e il Servizio civile universale durante il periodo di effettiva permanenza dei volontari all’estero, differenziato per area geografica di attuazione del progetto.

    L’individuazione delle aree geografiche e dei relativi importi sono individuati nel documento annuale di programmazione finanziaria.

    Data ultimo aggiornamento: 12/03/2019
  5. Quali spese di trasporto sono rimborsabili?

  6. Per i volontari impegnati in progetti di servizio civile all’estero è previsto il rimborso delle spese del solo viaggio di andata e ritorno e di un unico rientro (a/r), programmato con l’ente, durante il periodo di svolgimento del servizio civile, dall’Italia al paese estero di realizzazione del progetto, effettuato in aereo (classe economica), in treno (seconda classe) o con automezzi di linea e sono anticipate dall’Ente che realizza il progetto e rimborsate dal Dipartimento.

    Data ultimo aggiornamento: 07/02/2019
  7. Per l’Ente ci sono obblighi di comunicazione ad altre Istituzioni di permanenza all’estero del volontario?

  8. I volontari, entro i 30 giorni precedenti la partenza per il Paese di destinazione, sono obbligati, per motivi di sicurezza, all’iscrizione al sito www.dovesiamonelmondo.it del Ministero degli Affari esteri e della cooperazione internazionale.

    L’Ente titolare del progetto deve verificare l’effettiva iscrizione dei volontari al predetto sito.

    La non iscrizione al sito del Ministero degli Esteri e della cooperazione internazionale preclude la partenza all’estero dei volontari non registrati. L’eventuale partenza all’estero di volontari non registrati comporta l’immediato rientro degli stessi in Italia con addebito agli enti del costo del viaggio di rientro.

    Data ultimo aggiornamento: 17/04/2018
  9. Per l’Ente è previsto un contributo per le spese di gestione dei volontari in servizio civile universale all'estero

  10. A parziale copertura delle spese di gestione e di attuazione dei progetti all’estero, nonché per la fornitura di vitto e alloggio durante la permanenza all’estero dei giovani, agli enti è riconosciuto un ulteriore importo, differenziato a seconda dell’area geografica in cui gli operatori volontari operano. L’individuazione delle aree geografiche e dei relativi importi sono individuati nel documento annuale di programmazione finanziaria.

    Tale contributo è rapportato ai giorni di effettiva permanenza all’estero di ciascun operatore volontario. Nel medesimo documento di programmazione sono definite, altresì, le modalità di documentazione delle spese connesse alla gestione e all’attuazione dei progetti senza particolari aggravi burocratici a carico degli Enti.

    Inoltre, è corrisposto agli enti il rimborso delle spese sostenute e documentate per:

    • le vaccinazioni obbligatorie dei volontari in servizio all’estero;
    • i visti e le eventuali tasse d’ingresso;
    • le spese del solo viaggio di andata e ritorno e di un unico rientro, programmato con l’ente, durante il periodo di svolgimento del servizio civile, dall’Italia al paese estero di realizzazione del progetto effettuato in aereo (classe economica), in treno (seconda classe) o con automezzi di linea.
    Data ultimo aggiornamento: 12/03/2019
Header contenuto di destra
sezione regioni e provincie autonome cartina dell'italia Servizio Civile Universale Archivio storico sull'obiezione di coscienza
regione sardegna regione piemonte regione lombardia regione friuli venezia giulia regione valle d'aosta regione marche regione toscana regione umbria regione lazio regione abruzzo regione molise regione basilicata regione campania regione puglia regione calabria regione emilia romagna regione liguria regione veneto provincia autonoma di bolzano provincia autonoma di trento regione sicilia

Sito ottimizzato per Internet Explorer 9