Servizio Civile Nazionale

 
Header contenuto di sinistra
sezione servizio civile nazionale
sezione servizi online
sezione bandi
sezione banca dati
sezione volontari

Avviso agli enti: Circolare 28/07/08 "Monitoraggio sulla formazione generale dei volontari in SCN" Modifiche e nota esplicativa
(28/07/2008)

PREMESSA

La circolare n.21346/II.5 del 24 maggio 2007, in ottemperanza a quanto stabilito nel paragrafo 3 delle "Linee Guida per la formazione dei giovani in servizio civile nazionale " detta le regole relative all'attività di monitoraggio sull'andamento generale della formazione erogata ai volontari di servizio civile.
Sulla base dell'esperienza maturata in fase di prima applicazione della predetta circolare, si ravvisa l'esigenza di apportare alla stessa alcune modifiche, nonché di precisare alcuni tra gli adempimenti cui sono tenuti gli Enti di servizio civile, al fine di razionalizzare ed ottimizzare la funzione di monitoraggio espletata dall'UNSC.


Alla circolare 21346/II.5 del 24 maggio 2007, sono apportate le seguenti modifiche ed integrazioni:

1- Il punto 1) del par. "ADEMPIMENTI E MODALITÀ" è integralmente sostituito dal seguente:

" Comunicare per via telematica, mediante il sistema informativo Helios, la data di inizio del corso di formazione generale per i volontari, il luogo di svolgimento dello stesso, la data di fine corso ed il contatto di riferimento (nominativo e telefono del personale di riferimento del corso); al riguardo si precisa che la formazione generale può essere erogata solo dall'avvio in servizio del volontario e che il corrispondente periodo di formazione è computato ai fini dell'espletamento del servizio.
L'Ente che ha l'onere di comunicare l'avvio del corso di formazione è quello titolare del progetto al quale la stessa si riferisce, anche laddove acquisti la formazione da un Ente di 1^classe o da una Regione o Provincia Autonoma; detta comunicazione dovrà essere effettuata compilando in Helios la modulistica presente nella sezione relativa alla "pianificazione dei corsi" secondo le modalità tecniche descritte nel Manuale d'uso "Gestione formazione" reperibile sul sito Internet dell'Ufficio www.serviziocivile.it alla sezione Banca Dati Helios- Manuali tecnici Helios.
Il caricamento delle informazioni richieste è obbligatorio e propedeutico al caricamento delle ore di formazione generale erogate ai volontari e deve avvenire almeno 15 giorni prima dell'avvio del corso di formazione generale e comunque non prima della data di avvio del progetto; resta fermo che, qualora il corso inizi entro i primi 15 giorni dall'avvio del progetto, si ritiene pervenuta in tempo utile la comunicazione effettuata il giorno di avvio dello stesso.
Conseguentemente all'attivazione della procedura informatica per la comunicazione dell'avvio dei corsi, è disattivata la casella di posta istituzionale avviocorsi@serviziocivile.it, né saranno prese in considerazione alternative modalità di trasmissioni, effettuate via posta o fax, del modello AV di cui alla circolare 24 maggio 2007, n.21346/II.5
Tale procedura consentirà all'Ufficio nazionale la programmazione di eventuali verifiche a campione dei corsi stessi, così come indicato al paragrafo 3), lettera d), delle "Linee guida per la formazione generale dei giovani in servizio civile nazionale".
L'Ente iscritto ad un Albo regionale deve eseguire la medesima procedura al fine di consentire analoghi compiti di verifica alla Regione competente per territorio, la quale dovrà tempestivamente comunicarne gli esiti all'Ufficio Nazionale per il Servizio Civile, al fine di consentire a quest'ultimo l'esercizio della funzione di monitoraggio


2- Al punto 5) del par. "ADEMPIMENTI E MODALITÀ" l'importo fissato di Euro 80,00 è adeguato a Euro 90,00 conformemente a quanto già stabilito con Det. Direttoriale 19 dicembre 2007, n.55144/II/5


3- Al punto 5) del par. "ADEMPIMENTI E MODALITÀ" l'ultimo cpv, è integralmente sostituito dal seguente :" In caso di mancato invio del Modulo F, per supporto informatico e cartaceo, si presume che la formazione generale non sia stata erogata, con le conseguenze previste nella circolare 8 settembre 2005 in materia di "Doveri degli Enti di servizio civile e infrazioni punibili con le sanzioni amministrative previste dall'art. 3 bis della legge 6 marzo 2001, n. 64".e successive modificazioni, disposizioni già richiamate dalle "Linee Guida per la formazione dei giovani in servizio civile", par.3 ultimo cpv.,


Le presenti modifiche entrano in vigore a partire dai progetti di servizio civile afferenti al Bando ordinario 2008.

Resta invariata ogni altra disposizione contenuta nella circolare n.21346/II.5 del 24 maggio 2007

 

NOTA ESPLICATIVA

Con riferimento a quanto stabilito dal punto 5 del par. "ADEMPIMENTI E MODALITÀ" si precisa quanto segue.

Con riferimento al previsto obbligo formativo, l'ente è tenuto ad erogare ed a caricare sul sistema informatico, entro la prevista scadenza di 150 giorni decorrenti dall'avvio del progetto, l'intero monte ore di formazione generale indicato nel progetto stesso che, nel caso risulti superiore al minimo fissato dalla normativa, ha consentito, in sede di valutazione ed approvazione progettuale, l'attribuzione di punteggio aggiuntivo e pertanto deve, anche in tale evenienza, essere tassativamente esaurito entro la scadenza temporale fissata.

Si ribadisce, pertanto, che tutti gli inadempimenti concernenti la compilazione del Modulo F, con riferimento sia al mancato utilizzo della procedura informatica Helios, sia alla mancata corrispondenza tra monte ore formativo dichiarato e monte ore formativo erogato , faranno insorgere per l'UNSC- o per la Regione competente nel caso di ente iscritto agli Albi regionali- la presunzione di totale, parziale o difforme adempimento degli obblighi formativi posti a carico dell'ente. Pertanto, effettuate le opportune valutazioni circa l'entità e l'estensione delle irregolarità riscontrate e in assenza di cause di giustificazione dovute a caso fortuito o forza maggiore debitamente documentate e tempestivamente comunicate all'Ufficio Nazionale per il Servizio civile - Servizio Formazione, sarà avviato a carico dell'ente responsabile il procedimento sanzionatorio di cui alla circolare 8 settembre 2005 in materia di doveri degli enti di servizio civile nazionale e sue successive modificazioni, teso ad accertare la sussistenza di un illecito amministrativo punibile con le sanzioni disciplinari previste dalla disciplina su indicata.

La programmazione dei percorsi formativi entro i 150 giorni stabiliti dalla normativa, deve precauzionalmente tenere conto dell'eventualità di subentri di volontari entro il terzo mese dall'avvio del progetto e della possibilità di assenze (debitamente giustificate ) da parte dei volontari frequentanti i corsi. In previsione di tali eventi infatti, l'ente è tenuto ad assicurare agli uni ed agli altri l'opportunità di partecipare ad apposite sessioni di recupero in modo da consentire loro di raggiungere il monte ore obbligatorio, regolarizzandone le posizioni. L'effettuazione dei suddetti corsi di recupero deve tassativamente esaurirsi entro lo stesso termine di 150 giorni dall'avvio del progetto.

 

Il Direttore generale Vicario
Dott. Paolo Molinari

 

Data ultimo aggiornamento: 17/10/2014
Header contenuto di destra
sezione regioni e provincie autonome cartina dell'italia Servizio Civile Universale Archivio storico sull'obiezione di coscienza
regione sardegna regione piemonte regione lombardia regione friuli venezia giulia regione valle d'aosta regione marche regione toscana regione umbria regione lazio regione abruzzo regione molise regione basilicata regione campania regione puglia regione calabria regione emilia romagna regione liguria regione veneto provincia autonoma di bolzano provincia autonoma di trento regione sicilia

Sito ottimizzato per Internet Explorer 9