Servizio Civile Nazionale

 
Header contenuto di sinistra
sezione servizio civile nazionale
sezione servizi online
sezione bandi
sezione banca dati
sezione volontari

Un obiettore di coscienza austriaco proclamato beato
(26/10/2007)

Nel giorno in cui si celebra oggi in Austria il "Nationalfeiertag", la Giornata nazionale, per ricordare il Trattato di pace e la legge sulla neutralità del 1955, nella cattedrale di Linz si è svolta questa mattina la cerimonia di beatificazione di Franz Jaegerstaetter, un contadino che rifiutò l’arruolamento nell’esercito nazista e che per questo venne ucciso il 9 agosto 1943.

 

Nato il 20 maggio 1907 a St. Radengung (nel Nord dell'Austria), nel 1940 è arruolato nell'esercito austriaco dopo che il suo paese è stato annesso dalla Germania. Pian piano Jaegerstaetter, matura la convinzione che come cristiano e come uomo non può indossare la divisa del III Reich hitleriano. Discute a lungo le sue convinzioni con la moglie Francesca, col parroco del suo paese e il vescovo, con gli amici. Il 22 febbraio 1943 egli esplicita il suo rifiuto a indossare la divisa militare, in maniera definitiva. Viene trasferito a Berlino. Il 6 luglio 1943 il tribunale militare di guerra lo condanna a morte. Il 9 agosto 1943, a 36 anni, viene decapitato nel carcere di Brandeburgo. Per molti anni la figura di Franz Jaegerstaetter è stata praticamente rimossa, ed è solo a partire dagli anni ’70 che viene riabilitata.

 

Il 7 ottobre 1997 a Linz si è aperto il processo diocesano per la beatificazione, conclusosi il 1 giugno 2007 con la pubblicazione da parte della Congregazione delle cause dei santi del decreto del riconoscimento come ''martire''. L'originale dell' ultima lettera con la quale Franz Jaegerstaetter respingeva le pressioni a favore di una ritrattazione, è conservato nella basilica di San Bartolomeo, all'Isola Tiberina a Roma.

 

Alla cerimonia di questa mattina a Linz hanno preso parte la vedova novantaquattenne Franziska, una sessantina di componenti della famiglia Jaegerstaetter, rappresentanti della politica e 27 vescovi e cardinali austriaci e stranieri. Il cardinale José Saraiva Martins, prefetto della Congregazione per le cause dei santi e inviato di papa Benedetto XVI, ha tra l’altro detto: “In un tempo come il nostro, dove non mancano i condizionamenti e addirittura la manipolazione delle coscienze e delle intelligenze, talvolta attraverso forme subdole che si servono delle moderne e più avanzate tecnologie, la testimonianza del beato Franz Jaegerstaetter del suo indomito coraggio e della sua ferma e forte coerenza è un importantissimo esempio".

Nei giorni scorsi, parlando di Jaegerstaetter, mons. Ludwig Schwarz, vescovo della diocesi di Linz e tra i promotori della causa di beatificazione, ha detto:" ... Jaegerstaetter è un profeta capace di una visone profonda e sensibile del mondo che pochi suoi contemporanei possedevano; nella sua obbedienza alla voce della propria coscienza, egli è un fulgido esempio per tutti noi, un avvocato della nonviolenza e della pace…”

Qui il link al sito internet del quotidiano “Avvenire” di oggi, 26 ottobre, e alla pagina dedicata a Franz Jägerstätter:

http://edicola.avvenire.it/ee/avvenire/default.php?pSetup=avvenire&curDate=20071026&goTo=14

In italiano, sono disponibili alcuni libri di e su Franz Jägerstätter:

Scrivo con le mani legate. Lettere dal carcere e altri scritti dell’obiettore-contadino che si oppose ad Adolf Hitler, di  Franz Jägerstätter, a cura di Giampiero Girardi. Prefazione di Luigi Bettazzi, premessa di Erna Putz. Edizioni Berti, Piacenza, 2005, XXXV + 231 pagine.

 

Franz Jägerstätter, un contadino contro Hitler, di Erna Putz, edizione italiana a cura di Giampiero Girardi, Berti, 2000, 252 pagine. 

Franz Jägerstätter, il testimone solitario, di Gordon Zahn, Editoria universitaria, Venezia, 2002, 200 pagine.

Data ultimo aggiornamento: 17/10/2014
Header contenuto di destra
sezione regioni e provincie autonome cartina dell'italia Servizio Civile Universale Archivio storico sull'obiezione di coscienza
regione sardegna regione piemonte regione lombardia regione friuli venezia giulia regione valle d'aosta regione marche regione toscana regione umbria regione lazio regione abruzzo regione molise regione basilicata regione campania regione puglia regione calabria regione emilia romagna regione liguria regione veneto provincia autonoma di bolzano provincia autonoma di trento regione sicilia

Sito ottimizzato per Internet Explorer 9