Servizio Civile Nazionale

 
Header contenuto di sinistra
sezione servizio civile nazionale
sezione servizi online
sezione bandi
sezione banca dati
sezione volontari

Avviso agli enti: presentazione dei progetti di Servizio civile universale per l’anno 2018

Scadenza : 30/11/2017 - Ore 14:00

Attenzione!

Il 17 ottobre 2017 è stato pubblicato un Avviso di integrazione dell’Avviso pubblicato in data 3 agosto 2017, concernente: "Presentazione dei progetti di Servizio civile universale per l’anno 2018”, è stato integrato con un paragrafo riguardante “progetti di servizio civile universale da realizzare anche con l’impiego di giovani titolari di protezione internazionale ed umanitaria” (volontari FAMI) finanziati con le risorse del Fondo Asilo, Migrazione ed Integrazione (FAMI) 2014-2020 ex Regolamento UE n.516/2014. In allegato il testo completo dell’integrazione e l’aggiunto Allegato C.


Il 29 settembre 2017 è stato pubblicato un Avviso di modifica di alcune parti dell’Avviso pubblicato in data 3 agosto 2017, concernente: “ Presentazione dei progetti di Servizio civile universale per l’anno 2018”; sono state apportate alcune modifiche al paragrafo “Fase sperimentale di prima applicazione del Decreto legislativo 6 marzo 2017, n. 40”: in particolare è stato sostituito l’Allegato A (Scheda di sperimentazione servizio civile universale - prima applicazione del D. Lgs. n.40/2017) e aggiunto l’Allegato B (Scheda di sperimentazione Servizio civile universale – Estero).

L'art. 5, comma 5, del decreto legislativo 6 marzo 2017, n. 40, istitutivo del servizio civile universale, entrato in vigore il 18 aprile u.s., prevede che i programmi d’intervento siano presentati dai soggetti iscritti all’albo degli enti di servizio civile universale, previa pubblicazione di un avviso pubblico. Tuttavia, l'art. 26 del citato decreto prevede che "fino all’approvazione del primo piano triennale, il servizio civile universale si attua, in via transitoria, con le modalità previste dalla vigente normativa in materia di servizio civile nazionale".

Pertanto, al fine di assicurare l’avvio dei giovani volontari a valere sulle risorse finanziarie stanziate dalla Legge di stabilità per l’anno 2018, gli enti di servizio civile, iscritti all'albo nazionale e agli albi regionali e delle Province autonome, nonché all’Albo degli enti del servizio civile universale, a decorrere dal 4 settembre 2017 e fino alle ore 14,00 del 30 novembre 2017, possono presentare progetti di servizio civile universale da realizzarsi in Italia e all'estero. La presentazione di progetti  avverrà con le modalità previste dal Prontuario approvato con D.M. 5 maggio 2016 e con quelle indicate nel presente Avviso.

Gli enti iscritti all'Albo nazionale o all’Albo degli enti del servizio civile universale devono far pervenirei progetti esclusivamente al Dipartimento della gioventù e del servizio civile nazionale.

Gli enti iscritti agli albi regionali e delle Province autonome devono far pervenire i progetti esclusivamente alle Regioni e alle Province autonome dove sono dislocate le sedi di attuazione dei progetti presentati.

I progetti di Servizio Civile Nazionale da realizzarsi all'estero devono pervenire esclusivamente al Dipartimento, indipendentemente dall'albo al quale sono iscritti gli enti che li presentano.

 

Fase sperimentale di prima applicazione del decreto legislativo 6 marzo 2017, n.40

“Gli enti di servizio civile iscritti all’albo nazionale e agli albi regionali e delle Province autonome, nonché all’Albo degli enti del servizio civile universale che intendono partecipare alla sperimentazione del servizio civile universale prevista dal presente paragrafo devono presentare i progetti esclusivamente al Dipartimento.

Gli enti che intendono partecipare alla sperimentazione del Servizio civile universale in Italia dovranno compilare e trasmettere al Dipartimento la scheda progetto Italia, di cui all’allegato 1 del “ Prontuario” approvato con D.M. 5 maggio 2016, integrata dalla “Scheda di sperimentazione Servizio civile universale – Italia” (All. A). Detta scheda, allegata al presente Avviso, sostituisce quella allegata all’Avviso del 3 agosto 2017.

Gli enti che intendono partecipare alla sperimentazione del Servizio civile universale all’estero dovranno compilare e trasmettere al Dipartimento la scheda progetto Estero, di cui all’allegato 2 del “ Prontuario” approvato con D.M. 5 maggio 2016, integrata dalla “Scheda di sperimentazione Servizio civile universale – Estero”, (All. B).” (come da rettifica avviso 26 settembre 2017) caratterizzate dagli elementi di seguito elencati:

  • gli enti possono indicare, sia per i progetti da realizzarsi in Italia, sia per i progetti da realizzarsi all’estero, una durata flessibile compresa tra gli 8 ed i 12 mesi
  • l’orario di servizio dei volontari può essere indicato in 25 ore settimanali (orario rigido), ovvero in un monte ore annuo (orario flessibile) commisurato alla durata del progetto, come riportato nelle note dell’allegato A)
  • per i soli progetti da realizzarsi in Italia, gli enti possono prevedere un periodo di servizio fino a 3 mesi da effettuarsi presso sedi già accreditate dislocate in uno dei Paesi aderenti all’Unione Europea, fermo restando la coerenza e la riconducibilità delle attività svolte all’estero a quelle previste dal progetto da realizzarsi in Italia. Per i mesi trascorsi all’estero sia ai volontari che agli enti, si applicano le stesse disposizioni in vigore per i progetti da realizzarsi all’estero.
  • in alternativa al periodo di servizio da svolgere in un Paese dell’Unione Europea, sempre per i soli progetti da realizzarsi in Italia, gli enti possono prevedere un periodo di tutoraggio fino a 3 mesi finalizzato a facilitare l’accesso al mercato del lavoro dei volontari
  • gli enti possono presentare progetti finalizzati a favorire la partecipazione dei giovani con minori opportunità adeguando, ove necessario, le attività dei progetti ed i relativi criteri di selezione.Al fine dell’individuazione dei giovani con minori opportunità gli enti utilizzano i criteri previsti dalla normativa nazionale e comunitaria vigente.
  • per i progetti che prevedono un periodo di servizio in un Paese dell’Unione Europea, o in alternativa  per iprogetti che prevedono un periodo di tutoraggio dei volontari, resta ferma la durata minima (8 mesi) e massima (12 mesi) dei progetti e resta ferma l’osservanza degli obblighi relativi alla formazione generale e specifica previsti dal “Prontuario”.
  • non sono ammessi a valutazione progetti che prevedano sia un periodo di servizio in un paese dell’Unione Europea, sia un periodo di tutoraggio dei volontari.

 

La sperimentazione si svolge secondo le specifiche previsioni di ciascuno istituto previsto dal D. Lgs. n. 40/2017 e nei limiti dell’apposito stanziamento inserito nel Documento di programmazione economico finanziaria 2018.

In allegato il testo completo dell’Avviso per la presentazione dei progetti ed i relativi allegati.

Data ultimo aggiornamento: 17/10/2017



Allegati:

- Integrazione FAMI avviso 3 agosto 2017
- Rettifica Avviso 3 agosto 2017
- Avviso Presentazione Progetti2018
- ALL A Scheda Sperimentazione SCU ITALIA
- ALL B Scheda Sperimentazione SCU Estero
- All. C_scheda FAMI
- Allegato1 - Linee guida per la redazione del piano di sicurezza relativo ai progetti di SCN da realizzarsi all’estero
- Allegato1bis - Protocollo di sicurezza per l’attuazione dei progetti di SCN da realizzarsi all’estero
- Allegato2 - Requisiti ed incompatibilità del responsabile della sicurezza
- Allegato3 - Fac–simile curriculum per il ruolo di responsabile della sicurezza
- Scheda Per La Presentazione Dei Progetti Scn In Italia
- Scheda Per La Presentazione Dei Progetti Scn Estero
Header contenuto di destra
sezione regioni e provincie autonome cartina dell'italia Servizio Civile Universale Spot2018 Archivio storico sull'obiezione di coscienza
regione sardegna regione piemonte regione lombardia regione friuli venezia giulia regione valle d'aosta regione marche regione toscana regione umbria regione lazio regione abruzzo regione molise regione basilicata regione campania regione puglia regione calabria regione emilia romagna regione liguria regione veneto provincia autonoma di bolzano provincia autonoma di trento regione sicilia

Sito ottimizzato per Internet Explorer 9